*

Shiriyazaki – 尻屋崎

Date: Updated:2014/11/12 Italiano

flag_jp ukus

SONY DSC

Questa volta parliamo di Shiriyazaki, situata nella penisola di Shimokita, nella prefettura di Aomori.

Citando questa penisola viene forse in mente il monte Osore-zan, considerato nella mitologia giapponese l’ingresso al mondo dell’aldilà per i defunti secondo le credenze ancestrali.

Shiriyazaki si trova nell’estremità orientale del complesso peninsulare.

 

Cos’ha di speciale Shiriyazaki?

SONY DSC

Poiché il vento freddo del Pacifico ha un forte impatto su Shiriyazaki, il paesaggio è piuttosto brullo: gli alberi sono pochi, mentre si fanno spazio i pascoli e la tundra. I paesaggi che si possono ammirare fanno pensare di non essere più in Giappone, ma di trovarsi certamente in un altro luogo.

E’ fresco anche in estate e alla mia visita, in tardo luglio, faceva addirittura freddo.

Shiriyazaki è famosa per i cavalli chiamati Kandachime: le zone dove questi pascolano sono limitate da recinzioni elettriche, al fine di non farli fuggire dal ranch a cui appartengono.

In ogni caso all’interno di queste zone possono entrare i veicoli, e per far aprire i cancelli bisogna passare vicino ad un sensore che farà alzare la sbarra.

 

Come si arriva a Shiriyazaki?

 

 

 

L’accesso a Shiriyazaki non è dei più pratici.

Soluzione 1 (circa 6 ore):

Dalla zona di Tōkyō, prendendo il Tōhoku Shinkansen si arriva alla stazione di Hachinohe. Dopo essere scesi, si prende il treno delle Ferrovie Aoimori  fino alla stazione di Noheji.

Da lì,si prosegue sulla linea Ōminato della JR East fino alla stazione di Shimokita, quindi si raggiunge il Mutsu Bus Terminal con il taxi o il bus (circa 700 yen), e, con la linea Shiriya, si arrivs finalmente a Shiriyazaki.

6902931021_e7ccbc2ae5_o

Soluzione 2 (circa 6 ore):

Dall’aeroporto di Haneda si raggiunge l’aeroporto di Misawa e si prosegue in autobus fino alla stazione di Misawa.

Con la ferrovia Aoimori si arriva alla stazione di Noheji e si procede come nella soluzione 1.

 

Il tempo impiegato per raggiungere Shiriyazaki è circa lo stesso in entrambe le soluzioni, ma nel caso della seconda il trasporto è senz’altro più caro, essendo una tratta poco battuta. Essendoci solo tre autobus nell’arco di una giornata bisogna ricordarsi di controllare bene la tabella degli orari.

 

Orari dei bus

Verso Shiriyazaki:

http://www.0175.co.jp/s/s-bus/shiriya-dn.html

Verso Mutsu:

http://www.0175.co.jp/s/s-bus/shiriya-up.html

 

Nel caso si volessero visitare i dintorni di Shiriziazaki l’automobile è il miglior mezzo raccomandabile.

 

Impressioni

SONY DSC

All’arrivo a Shiriyazaki ho potuto subito vedere i cavalli kandachime: vederli brucare con la prateria e il mare azzurro sullo sfondo è stato stupendo.

L’intero paesaggio non fa pensare di essere in Giappone, si cade nell’illusione di essere in Scozia o in qualche altra zona del nord-Europa.

Vicino a dove ho visto i cavalli c’era anche un faro, anche se non ho potuto entrarci.

Shiriyazaki non è ancora una meta turistica, per questa ragione non ci sono negozi dove poter acquistare dei souvenirs.

Nelle vicinanze ci sono pochi ristoranti, per i pasti consiglio dunque la cittadina di Mutsu.

Raccomando di trascorrere, se possibile, tre giornate nella penisola di Shimokita, ci sono molte altre interessanti attrattive!

 

Vedere i cavalli al pascolo e ammirare il mare azzurro dal faro mette tranquillità.

Related Post

Google Adsense

Google Adsense

Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Google Adsense

Monte Nokogiri – 鋸山

Parliamo di una delle meraviglie de

Noboribetsu Onsen – 登別温泉

In tutte le leggende giapponesi più

Kaiko-en 懐古園

Secondo molti, è Karuizawa a rappre

More...

shares
PAGE TOP ↑