*

Nikkō – 日光

Date: Updated:2018/02/21 Italiano, Senza categoria ,

Nikkō, cittadina della prefettura di Tochigi, è una delle mete più visitate del Giappone in quanto perfetta per un’escursione in giornata da Tōkyō: qui si trova il famoso santuario di Tōshō-gū, dove riposa Tokugawa Ieyasu.

Nikko

SONY DSC

Cos’ha di speciale Nikkō?

Parlando di Nikkō, viene subito in mente il santuario di Tōshō-gū, oggi patrimonio UNESCO. I santuari con questo nome in realtà sono molti in tutto in Giappone, ma questo è quello principale.

DSCF8231

Il santuario di Tōshō-gū di Nikkō si trova nel mezzo di una foresta di cipressi sugi (cryptomeria japonica), quando cala la nebbia l’atmosfera si fa misteriosa.

Anche le decorazioni degli edifici sono sgargianti: il portale Yōmei, tesoro nazionale, è ricoperto con foglie d’oro.

Inoltre qui si possono vedere diverse sculture raffiguranti animali. Si dice che questi numerosi animali fossero un simbolo di pace.

Il gatto dormiente e le tre scimmie “non parlo, non vedo, non sento” sono particolarmente famosi: sembra che il loro insegnamento fosse appunto quello di evitare di dire, vedere e sentire brutte cose durante l’infanzia.

DSCF8276

Nel santuario di Tōshō-gū viene adorata la figura del condottiero Tokugawa Ieyasu. Egli espresse, prima di morire, questa volontà:

 

Costruite una piccola sala sul monte Nikkō e adoratemi come una divinità: diventerò così il dio protettore della pace in Giappone.Tokugawa Ieyasu

 

DSCF8260

Nell’area di Nikkō ci sono molti altri santuari e templi oltre a quello di Tōshō-gū.

C’è molto da vedere! Una tappa obbligata è il grazioso ponte color vermiglio chiamato Shin-kyō.

Altri luoghi da vedere assolutamente sono il tempio Rin’nō-ji, edificato dal monaco che portò il buddhismo a Nikkō, e il santuario di Futarasan.

Come arrivare

Per informazioni sull’accesso a Nikkō, cliccare qui!

Impressioni

Essendo Nikkō una delle nostre mete preferite, l’abbiamo visitata più volte.

I treni che viaggiano sulla linea Nikkō danno l’impressione di essere un tutt’uno con l’atmosfera del luogo grazie al loro colore un po’ retrò.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

La stazione di Nikkō è un elegante edificio bianco che presenta anche delle decorazioni da palazzo occidentale. Poiché il santuario di Tōshō-gū non è particolarmente lontano, abbiamo deciso di raggiungerlo a piedi dalla stazione. Lungo il percorso ci sono un paio di uffici turistici, negozi di souvenir e ristoranti, prevalentemente di soba.

DSCF8176

Avvicinandosi al santuario si scorge il ponte rosso vermiglio chiamato Shin-kyō: questo è uno dei tre famosi ponti del Giappone, nonché patrimonio Unesco. Gli altri due sono il Kinta-kyō di Iwakuni e lo Saru-hashi nella prefettura di Yamanashi.

Lo Shin-kyō è presente sin dall’antichità, anche se quello che si può vedere oggi è una ricostruzione risalente al XVII secolo. Sotto, scorre il fiume Ōtani in una graziosa valle che occasionalmente viene avvolta dalla nebbia.

Visitare la zona in autunno è particolarmente suggestivo per il colore del fogliame.

A Nikkō ci sono diversi luoghi sacri: il tempio Rin’nō-ji è uno di quelli più importanti. Nelle tre sale buddhiste (San-butsu-dō) del padiglione principale si trovano le sculture lignee di Amida, Senju Kannon e Batō Kannon. Oltrepassato il tempio, ci si incammina su una strada costeggiata da enormi cipressi. Questa, assieme alle lanterne di pietra, crea insieme un’atmosfera di mistero.

Passato sotto al torii di pietra del santuario di Tōshō-gū, abbiamo ammirato il portale principale (Niō-mon) e una pagoda a cinque ordini sulla sinistra. Il contrasto tra la pagoda rossa e il verde delle foglie era semplicemente magnifico.

DSCF8217

Oltrepassato anche il portale principale, abbiamo subito visto la scultura delle tre scimmie. Le favole che le riguardano sono presenti anche in occidente e si possono sentire in molti luoghi, ma è stato bello vedere le tre scimmie “originali”.

DSCF8233

Proseguendo, siamo arrivati allo Yōmei-mon. Dalle foto sembra sempre una zona ampia, ma giunti di fronte all’edificio ricoperto in foglia d’oro, si rimane quasi ipnotizzati: è difficile riuscire a staccargli di dosso lo sguardo per qualche momento.

Addentrandosi ancora si può vedere la statua del “gatto dormiente” al di là del gruppo di edifici.

Di fianco al Kitō-den, dove si svolgono matrimoni e altri riti, si trova un percorso verdeggiante che porta alla tomba di Tokugawa Ieyasu.

Oltre al santuario di Tōshō-gū e al tempio Rin’nō-ji, a Nikkō si trovano il santuario di Futarasan e il luogo dove riposa Tokugawa Iemitsu, uno dei tre Shogun del periodo Edo.  Anche questi luoghi sacri sono assolutamente da vedere!

Related Post

Google Adsense

Google Adsense

Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Google Adsense

Parco Nazionale di Shiretoko – 知床国立公園

A noi di Around Japan piace raccontare in particolare di luoghi meno n

Todoroki keikoku (等々力渓谷)

Guardate innanzitutto le foto di questo post senza soffermarvi sul luo

Muroran – 室蘭

In Hokkaido potete imbattervi in una città piuttosto singolare: un pro

More...

shares
PAGE TOP ↑