I sakura di Kawazu – 河津桜

Kawazu è una località della prefettura di Shizuoka famosa per la fioritura dei suoi ciliegi: I sakura di questa zona sbocciano in anticipo rispetto a Tōkyō (da cui è facile arrivare), uno spettacolo naturale da vedere assolutamente se visitate il Giappone in tra febbraio e marzo: ecco dove aroundjapan.net vi consiglia di stendere la coperta!

*tutte le foto presenti nell’articolo sono state scattate da noi nei primi giorni di marzo 2015*

Che genere di posto è Kawazu?

Favorita da un clima più mite rispetto alle regioni vicine,  Kawazu si trova nella parte meridionale della penisola di Izu, nella prefettura di Shizuoka.

Si tratta di un luogo turistico facilmente raggiungibile dall’area di Tōkyō, dove i ciliegi si espandono dal mare all’entroterra, in un cordone che in primavera si tinge di rosa.

Poiché in questa regione la fioritura è precoce, sono molti quelli che ogni anno si recano qui a contemplare questa meraviglia.

La teoria sui ciliegi di Kawazu

Nel 1955, un certo signor Iida, che abitava in questi luoghi, piantò nel terreno un alberello di ciliegio scoperto per caso.
Passati 10 anni, sembra che i sakura di color pesca intenso fiorissero per un mese intero.

Anche il signor Katsumata, della città di Itō, iniziò a coltivare queste piante dalla fioritura precoce e ad aumentarne il numero, contribuendo enormemente alla loro diffusione.
I sakura di Kawazu sono frutto della combinazione naturale tra gli Ooshima-zakura (Prunus Speciosa) e gli Hikan-zakura (Cerasus Cerasoides).

Arrivare a Kawazu

Kawazu è comodamente raggiungibile grazie ai treni espressi limitati.

Alla stazione di Tōkyō (o Shinjuku), saliamo sul Super View Odoriko-gō.
Dalla capitale si arriva così alla stupenda linea costiera della penisola di Izu.

La maggior parte dei treni fa sosta alla stazione di Kawazu, ma attenzione ai rapidi che vi passano senza fermarsi!

Consigliamo, come metodo alternativo, di noleggiare un’auto, in quanto guidare tra i paesaggi di  Izu è semplicemente incantevole.

Impressioni sui sakura di Kawazu

Volendo vedere la fioritura precoce, siamo andati a Kawazu in febbraio: ricordiamo di aver visto i ciliegi in fiore ancora prima che il treno fermasse alla stazione. La natura della zona, illuminata da uno splendido cielo azzurro, ci è rimasta davvero impressa.

Incamminandosi dalla stazione di Kawazu si possono vedere i ciliegi dilungarsi su entrambe le sponde del fiume che sfocia nell’oceano pacifico, uno spettacolo che toglie il fiato.

Essendo un luogo famoso per i sakura i visitatori erano molti ma, in confronto alle affollate Tōkyō e Kyōto, l’atmosfera era più rilassata.
Durante il festival dei ciliegi in febbraio, appunto, ci sono diverse bancarelle: dopo aver preso un piatto diyakisoba, mi sono seduto nei pressi del fiume per pranzare all’ombra dei ciliegi in fiore.

Dopo il pranzo, dando le spalle all’oceano, ci siamo incamminati per alcune centinaia di metri, arrivando ai piedi di un’enorme pianta chiamata Shin-machi no Oo-sotetsu, dall’età stimata di 1000 anni: nel 1936 questa è stata designata come tesoro naturale nazionale.

Quando questa è apparsa improvvisamente davanti noi, siamo rimasti di stucco!

Ad aumentarne il fascino è i fatto che i sotetsu (Cycas Revoluta) si vedono quasi unicamente nel Kyūshū meridionale e nell’arcipelago di Okinawa.

Sulla strada del ritorno verso la stazione ho comprato un delizioso succo di mikan.

Prima di salire sul treno ci siamo voltati ancora un attimo, verso i ricordi di quella magnifica giornata.

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.