*

Noboribetsu Onsen – 登別温泉

In tutte le leggende giapponesi più rappresentative c’è sempre una località termale: le onsen si trovano di fatto sparse per tutto il Paese, ma quale di queste è la migliore da godersi appieno nella natura?
Oggi vi portiamo a Noboribetsu Onsen, in Hokkaido!

 

 

Che cosa ha di speciale Noboribetsu Onsen?

 

Noboribetsu Onsen è una località termale molto popolare, situata all’interno del Parco Nazionale di Shikotsu Tōya.
Il suo nome sembra derivare dall’espressione Ainu per “fiume di azzurro intenso”.
La principale caratteristica di questo luogo è proprio l’essere parte di un fiume corrente.

Ci sono ben 11 tipi di sorgenti qui! Tra queste, la sorgente sulfurea di Jigokudani rende il sito particolarmente apprezzato.
Formato a seguito di un’eruzione del monte Hiyori, Jigokudani è il luogo simbolo dell’area di Noboribetsu Onsen.
La zona è cosparsa di crateri e fumarole che emettono gas e acqua bollente tutt’intorno.
Il tutto è servito da un sentiero per i turisti, che permette di godere pienamente di questi paesaggi inusuali.

 

 

Uno dei sentieri collega Jigokudani a Ōyunuma: questo ha tutto l’aspetto di uno stagno preistorico, dove l’acqua grigia e fangosa è molto simile a quella che si trovava sulla Terra centinaia di milioni di anni fa.
Vicino alla cittadina di Noboribetsu Onsen c’è la ashiyu naturale di Ōyunuma (dove è possibile fare un pediluvio), comodamente raggiungibile facendo qualche passo nella foresta:
sedersi vicino alla cascata e immergere i piedi nella corrente è alquanto rilassante.

La temperatura dell’acqua è costantemente alta, intorno ai 42-43 gradi.
Si raccomanda di immergere i piedi per 10-20 minuti se si vuole godere nell’effetto terapeutico di queste acque.
La zona è particolarmente bella in autunno e in inverno, ma anche l’estate, l’atmosfera, immersa nel verde, è fantastica!

 

 

Come raggiungere Noboribetsu Onsen

Clicca qui per sapere come arrivare!

 

Impressioni

Ho visitato Noboribetsu Onsen durante uno dei miei giri di tutta l’isola dell’Hokkaidō.
Quella mattina avevo camminato per ore, e i miei piedi erano esausti, così mi sono così diretto alla ashiyu.

 

Non ci sono servizi né altre strutture artificiali nell’area, ci si può quindi godere una natura del tutto incontaminata.
Coperta dal vapore, la superficie dell’acqua sembrava molto calda e fangosa, come se un drago stesse per uscire da un momento all’altro!
Ci sono alcune zone ripide sulla via per la ashiyu naturale.

Camminando ancora un po’, ho scorto il fiume di acqua calda scorrere nella foresta di betulle, particolarmente splendenti in agosto.
A causa del vapore, il sentiero è abbastanza scivoloso in certi punti, consiglio di indossare scarpe antiscivolo.
C’erano solo 10 persone a fare il pediluvio e la temperatura dell’acqua era davvero perfetta, che fortuna!

 

Dopo essermi rilassato per un po’, ho asciugato I piedi e mi sono diretto verso Jigokudani.
Qui l’odore dello zolfo può risultare un po’ forte per alcune persone.

Segnali di pericolo si trovano lungo tutto il percorso, che è appunto un po’ “adrenalinico”.
Lungo la strada si vendono anche dei piccoli santuari Shintō. Il camminare in fila mi ha fatto sentire come in un pellegrinaggio.

 

Dopo l’esplorazione di questi luoghi turistici ho visitato la cittadina di Noboribetsu Onsen, dove ho assaggiato un ramen delizioso!

Essendo situata a poca distanza da Sapporo, penso che Noboribetsu Onsen sia la località termale più famosa della regione di Hokkaidō: fateci un salto!

Related Post

Google Adsense

Google Adsense

Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Google Adsense

Monte Nokogiri – 鋸山

Parliamo di una delle meraviglie de

Noboribetsu Onsen – 登別温泉

In tutte le leggende giapponesi più

Kaiko-en 懐古園

Secondo molti, è Karuizawa a rappre

More...

shares
PAGE TOP ↑