*

Castello di Hikone – 彦根城

Date: Updated:2017/11/16 Italiano, Senza categoria , ,

Il castello di Hikone è il simbolo dell’omonima cittadina, situata sulla sponda nord-orientale del lago Biwa, il più grande del Giappone, fra Nagoya e Kyōto.

Qui si può trovare, oltre a un tipico scenario giapponese, una località ricca di storia e proprietà culturali, che accoglie molti turisti da tutto il Giappone e non solo.

Che cos’ha di speciale il castello di Hikone?

Hikone è posizionata lungo una fascia di circa cinque chilometri stretta fra il lago Biwa e le montagne. In questo punto, sin da tempi antichi, confluivano le vie Nakayama e Hokuriku. A poca distanza si trova anche Sekigahara, il sito della celeberrima battaglia che conseguì nella nascita dello Shogunato Tokugawa.

Cercando spunti nella travagliata storia giapponese, è possibile scoprire dell’esistenza di molti altri luoghi di scontri e battaglie fra clan. Il castello di fu realizzato in questo punto cruciale, diventando desiderio di diversi daimyō e guerrieri in cerca di potere.

Naturalmente, il castello è l’attrattiva più rinomata di Hikone: si tratta, fra l’altro, di uno dei 12 castelli originali (non ricostruiti) che si possono ancora trovare in Giappone.

Il nome ufficiale del maniero è “Castello della tartaruga dorata” (Konki-jō) ed è posizionato sulla cima di una collina alta 50 metri, chiamata “Konki-san”.
La struttura è stata completata nel 1622 (periodo Tokugawa) e da allora, salvo piccole ristrutturazioni di manutenzione, è rimasta pressoché immutata.

Proprio per questo motivo è registrato come importante tesoro nazionale.
Il torrione principale non offre solo un esempio di architettura elegante, ma regala anche una fantastica vista sull’immenso lago, ben visibile nei giorni sereni.

A nord del castello si trovano due famosi giardini, Genkyū-en e Rakuraku-en. Entrambi sono considerati dei luoghi di particolare bellezza col nome unitario di “Genkyū-Rakuraku-en“.

Il Genkyū-en fu realizzato in epoca Edo, ispirandosi ai giardini tradizionali cinesi. Al centro di un grande stagno, sono presenti quattro isole collegate da ponti e, attorno ad esso, ci sono diversi percorsi da cui godere di un rilassante panorama. Il castello si trova direttamente sullo sfondo, armonizzandosi perfettamente con la scena.

Lungo una delle sponde dello stagno si trova uno splendido edificio tradizionale, adibito a casa da tè. Un tempo era utilizzato come alloggio per gli ospiti del castello.
Consigliamo di visitare questo giardino anche per fare una piccola e rilassante pausa dopo aver visitato la fortezza (ci sono molti gradini e salite)

Come arrivare

Per sapere come raggiungere Hikone, cliccate qui!

Impressioni

Abbiamo visitato il castello in due occasioni, la prima durante il mese di giugno.
Nonostante la stagione delle piogge, quel giorno ce la siamo cavata con un cielo nuvoloso.

All’entrata del castello siamo stati accolti dall’immancabile mascotte, Hiko-nyan, dall’aspetto di un buffo gattino vestito da samurai, con tanto di elmo tipico.

Dopo il portale principale, si apre una lunga scalinata di pietra. Una volta salita, ci si trova di fronte alla torretta Tenpyō:  superato un grande albero e un ponte in legno, si scorge finalmente la struttura della torre principale. Questa si manifesta nella sua eleganza dopo aver superato la torretta Taiko-mon, dove si trova un grande tamburo.

Il torrione principale del castello di Hikone è relativamente piccolo se paragonato alle fortezze di Ōsaka o Matsumoto: a quanto pare, più che puntare sulle dimensioni, gli architetti del tempo decisero di creare una struttura armoniosa e piacevole alla vista.

Vicino al torrione abbiamo poi visitato il padiglione della campana, chiamato Jihōshō (campana segna-ore).
Questa antica campana è molto importante, il suo suono è registrato nella lista de “I cento suoni del Giappone”.

La vista dalla parte più alta del castello è davvero magnifica: da una parte l’imponete monte Ibuki, dall’altra il grande Lago Biwa.

Quel giorno purtroppo siamo stati privati del cielo azzurro, ma questo ci ha fatto immaginare che anche 400 anni fa ci possano essere state giornate un po’ grige. 
Questo pensiero, un po’ melanconico, ci ha fatto capire di aver potuto assaporare veramente l’atmosfera di questo luogo.

Related Post

Google Adsense

Google Adsense

Message

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Google Adsense

Castello di Hikone – 彦根城

https://www.youtube.com/watch?v=duy

Ishigaki-jima – 石垣島

  Il mare, l’estate

Monte Nokogiri – 鋸山

Parliamo di una delle meraviglie de

More...

shares
PAGE TOP ↑