Il Lago Tazawa – 田沢湖

Nella regione del Tohoku, il nord-est del Giappone, si trovano diversi laghi di origine vulcanica, e il più profondo di essi è il lago Tazawa, che offre una serie di piacevoli spunti per trascorrere una giornata nella fresca estate del nord.

Che tipo di posto è il Lago Tazawa?

Con una profondità massima di 423,4 metri, si tratta del lago più profondo del Giappone, mentre la superficie, di circa 26 km quadrati è la metà di quella del lago di Bracciano, per compararlo con un nostro lago vulcanico italiano.

Sin dai tempi antichi, questo lago è stato venerato, protetto e allo stesso tempo temuto dagli abitanti del luogo, in origina popolazioni Ainu, spinte poi sempre più a nord con l’arrivo dei colonizzatori giapponesi. Sarà per il profondo colore blu della sua acqua, per il rosso quasi magico della luce delle albe, attorno a questo specchio d’acqua sono nate molte leggende. La più famosa di queste è quella della principessa Tatsuko, la cui statua si trova in riva al lago.

Nel tempo in cui il Lago Tazawa era chiamato “la palude di Tazawa”, viveva Tatsuko, una donna la cui bellezza non poteva essere veduta con facilità nel villaggio di Innai. Tatsuko, desiderando mantenere la sua bellezza e la sua gioventù per sempre, pregò per 100 giorni e per 100 notti presso il tempio di Daizō Kannon.

Finalmente, alla centesima notte, ella sentì della profezia: “si avvererà il desiderio di colui che attingerà alla fonte che sgorga a nord”. Tatsuko, dopo aver udito queste parole, si precipitò fuori dalla sua casa, attraversò il passo della montagna di Innai, e dopo aver superato una densa foresta, si trovò dinanzi a una fonte da cui sgorgava acqua pura fra le rocce. Porgendo le mani verso la fonte, ella inizil a bere, ma più ne beveva più la sete aumentava, sicché continuò a berne finché la fonte non si esaurì.

In quel momento, Tatsuko si era trasformata in un drago, e andò a dimorare per sempre nella profondità del lago.

La madre della fanciulla, preoccupata per il suo non ritorno a casa, andò a cercarla in lungo e in largo, e quando le fu detto del destino della figlia, presa dalla tristezza, iniziò a lanciare pezzi di legno e tronchi nel lago, e questi, come per magia, si trasformavano in pesci, e iniziavano a nuotare con vitalità.

Ogni inverno si dice che il lago Tazawa non congeli, a differenza della paluda di Hachiro-gata, proprio perché la principessa Tatsuko continua a vivere fra le sue acque.Tratto dal 'Sanko Monogatari'

Il lago Tazawa, con una circonferenza di 20 km può trasformarsi in un piacevole percorso per una biciclettata fra la foresta e il blu delle sue acque. In diversi punti è possibile affittare biciclette per qualche ora o per l’intera giornata, e lungo le sue rive ci sono diversi luoghi degni di nota. In seguito, nella sezione riguardante le impressioni, vi parliamo di alcuni di essi.

Come arrivare

Il lago Tazawa si trova nella prefettura di Akita, vicino al confine con quella di Iwate. La stazione principale è quella di Tazawako, situata lungo la linea Akita Shinkansen, che permette collegamenti diretti con Tokyo. Pubblicheremo a breve una pagina con le informazioni dettagliate. Nel frattempo, potete fare riferimento alle indicazioni per raggiungere Kakunodate, sulla stessa linea.

Impressioni

Siamo giunti al lago Tazawa tramite un servizio taxi proveniente dalla vallata a fianco, dalla stazione di Matsuba della linea Akita Nairiku. Nonostante i circa 10 km di distanza, è disponibile un prezzo speciale di soli 1000 yen, ma è necessario prenotare il servizio. Normalmente, tuttavia, quasi tutti arriveranno al lago Tazawa dalla stazione di Tazawako, servendosi di un bus di collegamento.

Presso la fermata del bus si trova Tazawako Rentacycle, un comodo chiosco per noleggiare la vostra bici per il giro del lago. I prezzi partono da 400 yen per un’ora, a circa 800 per mezza giornata.

Santuario Gozaishi Jinja (御座石神社)

Dopo aver noleggiato la bici, subito ci siamo diretti verso la prima attrattiva del lago, il santuario Gozaishi Jinja, con un meraviglioso torii rosso sulla riva del lago. Attorno al torii ci sono delle rocce sulle quali si può camminare per ammirare il color blu lapislazzuli delle acque di questo profondo lago caldera.

Il percorso lungo il lago Tazawa è molto piacevole, e 20 km non sono molto impegnativi, nemmeno se siete fuori allenamento. La strada è quasi sempre in piano, con qualche dolce pendio di tanto in tanto.

La statua di Tatsuko – 辰子像

Dopo aver percorso un altro quarto di lago, siamo arrivati al simbolo di quest’area, la statua di Tatsuko. Si trova a pochi metri dalla riva, su un piedistallo dietro al quale si estende l’immensità del colore blu del lago. Purtroppo la giornata in cui l’abbiamo visitato era un po’ nuvolosa, ma con un po’ di pazienza siamo riusciti a rendere giustizia, cercando varie angolazioni, al blu dell’acqua del lago!

Lungo il lago potete trovare diversi chioschi dove mangiare qualcosa, da uno snack, a un gelato, e naturalmente anche diversi pasti “teishoku”. Noi ci siamo fermati al Tazawako Herb Garden, un vivaio con fiori e erbe con un ristorante e un negozio di souvenir molto carini a tema boscaiolo!

A sud del lago, si può raggiungere Omoide no Kata Bunko, una vecchia scuola elementare preservata e ristrutturata nel 2004, visitabile, che mostra com’era la vita scolastica degli studenti del periodo dell’anteguerra.

Vi lasciamo, infine, con un bellissimo video che vi mostra quello che potete fare nella zona del lago Tazawa. Questo video è stato creato da papersky.jp, dove potete trovare tanti altri spunti per attività all’aria aperta in Giappone!

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.